Filippo Cogliandro

Chef calabrese formidabile irregolare della cucina, un autodidatta di talento. Pensava che avrebbe scelto il sacerdozio ma la vocazione arriva per la cucina e lo ha completamente assorbito. La cucina per lo chef Cogliandro è un insieme armonioso di emozioni e ricordi, volontà e creatività, passione e sacrificio, un lavoro che di solito scegli, ma in questo caso è lui che è stato scelto.

Il percorso di Filippo Cogliandro è singolare e nello stesso tempo affascinante. Inizia tutto da una passione, poi tanto lavoro, ed è subito emersa la sua dote innata. I suoi piatti sono tradizione, sperimentazione e creatività, il dosare e abbinare profumi e sapori con uno stile unico è il segreto della sua cucina, che trasforma in arte le sue conoscenze professionali. E’ qualcosa che non si può imparare solo studiando. Questo è lo chef Cogliandro.

Oggi è Chef Patron del ristorante L’A Gourmet L’Accademia che dal 2015 è nel centro storico di Reggio Calabria.

Julienne al Bergamotto

"Cucinare è realizzare un Dono
...con Semplicità e Raffinatezza"

La mia Cucina è ricerca degli ingredienti. Un insieme di sensazioni, mescolanze, piaceri e sapori.

La mia filosofia nella creazione di ogni pietanza è il gioco, la ricerca di un emozione. Per me i piatti sono doni che devono meravigliare con una raffinata semplicità..

"Riscoprendo Tradizioni e Sapori dimenticati...
...vere e proprie narrazioni mitologiche"

Dare voce alla mia Terra alla riscoperta di Tradizioni Calabresi tramandate da generazioni. Il bello, il buono e i valori della Calabria.
I miei piatti sono narrazioni mitologiche. La storia di un popolo in ogni ricetta..

"Con i prodotti del mio Mare
...e della mia Terra"

Odori e sapori di una Terra immersa nella natura. Terra generosa con i suoi doni unici. I frutti di un luogo incontaminato dal clima mediterraneo.

Un popolo che ha sempre conservato una grande passione per la coltivazione e per il rispetto della natura. Coltivazioni bio da sempre.

La bontà e la stagionalità dei prodotti, la freschezza, sono tutti elementi fondamentali e imprescindibili.

La reinterpretazione della cucina del territorio, sapori che ricordano gusti di altri tempi, gusti ormai persi..